Pubblicati i Papers del Programma di Formazione di CINSEDO

"Papers del Programma di Formazione in materia europea 2018. Alta formazione Winter School” (percorsi di formazione promossi e organizzati dal Cinsedo, Centro Interregionale Studi e Documentazone) è una pubblicazione edita da Regioni.it e curata da Andrea Ciaffi e Cecilia Odone.
!Il 1° dicembre2019 - scrivono i curatori - si è insediata la Commissione von der Leyen con un mandato che durerà dal 2019 al 2024. Nel mese di gennaio sarà presentato il Programma di lavoro 2020, in parte già preannunciato a luglio negli orientamenti politici presentati al Parlamento europeo dall’allora candidata Presidente. Le iniziative principali, infatti, si trovano indicate nei sei capitoli che affrontano le tematiche strategiche cui si dedicherà la Commissione nei prossimi cinque anni: un Green Deal europeo, un’economia che lavora per le persone, un’Europa pronta per l’era digitale, proteggere il nostro stile di vita europeo, un nuovo slancio per la democrazia europea. Per i primi cento giorni, ad esempio, è stata preannunciata la presentazione della proposta per un Green Deal, che includerà la prima normativa europea volta a sancire nella legge l’obiettivo della neutralità climatica entro il 2050, saranno presentate misure vincolanti sulla trasparenza retributiva all’interno di una nuova strategia per la parità di genere ed anche una proposta legislativa per un approccio coordinato europeo sulle implicazioni umane ed etiche dell’intelligenza artificiale. La Presidente ha inoltre promesso una particolare attenzione alle PMI con una specifica strategia ad esse dedicata, all’economia sociale di mercato, con un piano d’azione per la piena attuazione del Pilastro europeo dei diritti sociali, allo sviluppo sostenibile, con l’adattamento del semestre europeo affinché questo diventi uno strumento che integri gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. La realizzazione del programma di lavoro avverrà inoltre all’interno di un nuovo Quadro finanziario pluriennale in via di definizione.
Il sistema regionale italiano - si legge nell'introduzione al volume - deve proporsi come protagonista contribuendo attivamente alla definizione delle politiche del nuovo ciclo, per poi attuarle tenendo presenti i bisogni dei territori. Gli strumenti ci sono, così anche l’esperienza per muoversi nei tempi giusti portando nel dibattito proprio quei contenuti che costituiscono un valore aggiunto della partecipazione regionale al processo di integrazione europea. Un metodo di lavoro – la “sussidiarietà attiva” – che la Task force sulla sussidiarietà ha raccomandato alle autorità regionali, nazionali e alle istituzioni europee, tutte insieme, in nome di una maggiore democraticità del processo decisionale europeo. Con l’auspicio che la nuova Commissione europea rilanci ora la “sussidiarietà attiva” in una rinnovata Agenda per la Better regulation.
La legge 234 del 2012 cui è stato dedicato il Corso di Alta formazione 2018 del Cinsedo è il principale strumento di “sussidiarietà attiva” del sistema italiano. La presente raccolta di Papers intende approfondire e aggiornare i temi affrontati nei singoli moduli del Corso. A distanza di un anno, gli stessi relatori hanno ripercorso i diversi strumenti di partecipazione delle Regioni e delle Province autonome alla formazione e all’attuazione delle politiche europee che gravitano attorno alla legge 234. I Papers - concludono i curatori - mettono dunque a disposizione di chi lavora nelle amministrazioni, degli strumenti di riflessione per completare e proseguire il percorso di formazione. Ringraziamo tutti gli autori per una disponibilità non scontata che rappresenta anch’essa un contributo concreto alla sussidiarietà attiva".
L'indice del volume
Presentazione, Andrea Ciaffi e Cecilia Odone
1) La dimensione regionale nel processo di integrazione europea, Vincenzo Grassi
2) Le Regioni italiane nel ciclo delle politiche dell’UE - “EU Policy Cycle”. Dalle Raccomandazioni della Task force sulla sussidiarietà alla legge 234 del 2012, Cecilia Odone
3) Valutare l’impatto territoriale di una proposta legislativa della Commissione europea, Maria Prezioso, Angela D’Orazio
4) L’esame di una proposta legislativa della Commissione europea, Emanuele Urzì
5) Il ruolo dell’Attaché presso la Rappresentanza Permanente, Roberto Berutti
6) Il “Distinct body” in materia di aiuti di Stato. Esperienze regionali e riflessioni in tema di prima attuazione dei distinct bodies nell’attuazione del Common Understanding tra Commissione e Italia, Emanuele Prosperi.

(da Regioni.it)

Il testo è disponibile in allegato.

Documents

Papers_20191220.pdf

  • Acrobat Document | 1952KB